Mag 05 2016 Corse e gare

 

 

Si corre dal 6 all’8 maggio la gara automobilistica più antica del mondo, valida per il Campionato Italiano di Rally

Il Campionato Italiano di Rally torna sotto i riflettori in occasione del Targa Florio – Rally Internazionale di Sicilia, giunto all’edizione numero 100. Dal 6 all’8 maggio sull’asfalto delle Madonie 80 equipaggi si contenderanno la vittoria della corsa automobilistica più antica del mondo, nata nel 1906 da un’idea dell’imprenditore palermitano Vincenzo Florio.

Ancora una volta Paolo Andreucci e Anna Andreussi Peugeot 208 T16 R5 saranno la coppia da battere: dopo aver collezionato due vittorie in altrettante gare stagionali hanno un vantaggio di 7 punti sui diretti inseguitori, e un successo in Sicilia potrebbe significare una seria ipoteca sulla conquista dell’undicesimo Tricolore. Gaindomenico Basso-Lorenzo Granai su Ford Fiesta R5 GPL e Umberto Scandola- Guido D’Amore su Škoda Fabia R5 saranno come di consueto gli avversari più accreditati. Da non sottovalutare le possibili sorprese Campedelli-Fappani (208 T16 R5) e Ciava-Michi (Citroën DS3 R5) entrambi autori di un’ottima gara il mese scorso al Rallye Sanremo.

Per quanto riguarda il Trofeo Renault Clio R3T – ufficialmente fornito da EVO Corseocchi puntati sul leader della generale Luca Panzani. Affiancato da Sara Baldacci, il giovane pilota lucchese cercherà il primo e deciso allungo stagionale, dopo un avvio di grande effetto al Ciocco e proseguito a Sanremo. Ci sarà poi da guardare la classifica tricolore “due ruote motrici”, nella quale adesso è secondo a soli quattro punti dal reggiano Ferrarotti ed anche in questo caso ha voglia di tornare in vetta al ranking provvisorio. La Targa Florio, per Panzani e Baldacci ha un sapore ed un ricordo particolari: due anni fa fu proprio la gara siciliana a porre l’equipaggio all’attenzione nazionale con la Renault Twingo R2, grazie ad una prestazione sopra le righe in un percorso – e soprattutto in un fondo stradale – mai visti prima, due caratteri forti della Targa Florio temutissimi da ogni pilota.

Lo start dalla gara sarà venerdì 6 maggio, come da tradizione Teatro Massimo, nel cuore di Palermo. Dopo il via subito il primo spettacolare impegno cronometrato all’interno di Collesano. Seconda giornata di gara a completamento della prima tappa sabato 7 maggio, con due passaggi sulle prove Lascari, Gratteri e l’inedita Pollina; a fine giornata di nuovo Collesano per un totale di 77,2 km, suddivisi in undici prove speciali che compongono la prima tappa. Domenica 8 maggio è in programma la seconda e ultima tappa. Prevista tre volte la Campofelice di Roccella, con  uno spettacolare passaggio all’interno del kartodromo di Lascari; due volte la Piano Battaglia e la sfida conclusiva sulla Targa 100 che riporterà il passaggio dei concorrenti in gara dinnanzi le Tribune di Floriopoli alla volta di Cerda. I concorrenti percorreranno nuovamente 77,2 km per un totale di 154,4 km cronometrati.

Dopo la Targa Florio, il Campionato Italiano di Rally osserverà due settimane di riposo prima di riprendere sugli sterrati del 23° Rally Adriatico.

Fonte: ACI Sport Italia

Andreucci - Targa Florio 2015

Paolo Andreucci e Anna Andreussi al Targa Florio 2015

Basso - Targa Florio 2015

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai al Targa Florio 2015

Scandola - Targa Florio 2015

Umberto Scandola e Guido D’amore al Targa Florio 2015

Panzani - Rallye Sanremo

Panzani e Sara Baldacci all’ultimo Rallye Sanremo

andreuccicirclio r3tsanremocorsetarga florio