Mar 29 2017 Corse e gare

 

 

Tra i partecipanti al secondo appuntamento del Campionato Italiano anche il pilota del team Hyundai WRC Hayden Paddon e il baby fenomeno finlandese Kalle Rovanperä.

Il grande rally è pronto a invadere la Città dei Fiori. Sono 190 gli equipaggi iscritti al 64° Rallye Sanremo, di cui 64 partecipanti alla gara valida per il Campionato Italiano. Oltre ai migliori piloti del circuito nazionale saranno al via alcuni grandi nomi del rally internazionale, per dare ancora più prestigio a uno delle corse più famose al mondo.

Con il numero 1 sulle portiere della Hyundai i20 R5 ci sarà Hayden Paddon affiancato da Sebastian Marshall. Il neozelandese, pilota ufficiale della Casa coreana nel campionato WRC, sarà a Sanremo in preparazione del Corsica iridato in programma a fine mese. Ma Paddon non sarà l’unico straniero di blasone presente al Sanremo. Con il numero 10 prenderà il via dalla pedana posta davanti a Casinò di Sanremo il sedicenne finlandese Kalle Rovanperä, affiancato da Risto Pietiläinen (che fu già navigatore nel mondiale rally di Harry Rovanperä, padre di Kalle) che ha già dimostrato di saperci fare anche sulle strade italiane avendo segnato ottimi tempi al Rally Il Ciocco con la Peugeot 208 T16 ufficiale di Peugeot Italia. Da tenere sott’occhio anche il secondo pilota ufficiale della Hyundai i20, il coreano Lim Chewon, affiancato dal belga Martin Wydaeghe, vincitore di un talent scout in Corea che gli ha regalato la possibilità di disputare alcune gare del mondiale rally al volante di una vettura ufficiale. Altri stranieri sono il francese Philippe Gache (124 Abarth), l’altro francese Alexandre Michalet (Citroën C2) e il giapponese Takamoto Katsuta che avrà a disposizione Ford Fiesta R2B del team di Tommi Mäkinen, finlandese due volte vincitore del Sanremo (1998, 1999).

Tra gli equipaggi italiani, il primo in ordine numerico a sfidare Paddon sarà quello composto da Simone Campedelli e Pietro Elia Ometto, vincitori in modo convincente con la Fiesta R5 del Rally Il Ciocco, prova di apertura del Campionato Italiano Rally. Gran voglia di riscatto al Sanremo l’avranno Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, scottati da un ritiro per rottura del motore sulle strade casalinghe della Garfagnana nella seconda tappa, dopo essere risultati i più veloci nella prima. Ancora più aggressiva sarà la gara del veronese Umberto Scandola, affiancato dall’imperiese Guido D’Amore, che al Ciocco ha patito un errore nella prima tappa e la rottura del differenziale della sua Škoda Fabia nella seconda tappa. A guidare la lista dei velocissimi privati è il costante Alessandro Perico con Mauro Turati al quaderno delle note, terzi al Ciocco con la Škoda Fabia.

Nella Città dei Fiori si assisterà a una nuova sfida nel Trofeo Clio R3T fra il giovane ma esperto italo-elvetico Kevin Gilardoni che dovrà vedersela con l’ancor più giovane Riccardo Canzian. Gara nella gara sarà quella del Trofeo R1 che conta 15 equipaggi iscritti suddivisi fra Suzuki Swift e Renault Twingo. Al Ciocco fra le giapponesi vinse il padrone di casa Stefano Martinelli con Pietro Brugiati alle note, mentre fra le Twingo si sono divisi il successo Emanuele Rosso-Maurizio Torlasco (prima tappa) e Alberto Paris-Sonia Benellini (seconda tappa).

Particolarmente interessante, infine, la gara degli iscritti al Campionato Junior, che vede in prima linea i siciliani Marco Pollara e Giuseppe Princiotto – vincitori al Ciocco con la Peugeot 208 R2B ufficiale – che cercheranno di arginare gli assalti di altri sei concorrenti capitanati da Gianandrea Pisani e David Castiglioni.

Il 64° Rallye Sanremo accende i motori con le verifiche e lo shake down giovedì 30 marzo per prendere il via venerdì 31 alle ore 12.00 e affrontare cinque prove speciali fra le quali la “Ronde” di ben 33 km di lunghezza. Sabato 1 aprile il rally ripartirà alle 7.10 e si svilupperà su altre cinque prove speciali prima di tornare al palco arrivi di Sanremo alle ore 16.00 per premiare il vincitore. In totale sono 11 le speciali in programma per un totale di 176,77 km cronometrati su 502 km di percorso.

Fonte: Ufficio Stampa Rallye Sanremo

Marco Pollara Peugeot 208

Marco Pollara – Peugeot 208

Hayden Paddon Hyundai i20 R5

Hayden Paddon – Hyundai i20 R5

Riccardo Canzian Renault Twingo

Riccardo Canzian – Renault Twingo

Alberto Paris Twingo R1

Alberto Paris – Twingo R1

EVO CorseHayden PaddonHyundai i20 R5Kalle Rovanperarallye sanremoRenault Twingotwingo r1