Set 27 2017 Corse e gare

 

 

Sono oltre 170 gli equipaggi al via di una delle classiche gare del Nordest, che si correrà a pochi chilometri dalla sede di EVO Corse.

Sciessere, Dal Ponte, Spagolla, Piccolotto, Lovisetto, Trentin, Cobbe, Battaglin: solo per citare i primi. Anche quest’anno il “Città di Bassano” – in programma il 29 e 30 settembre – fa il pienone. Alla chiusura delle iscrizioni, le schede di ben 170 equipaggi, fra moderni e storici sono giunte sul tavolo degli organizzatori.

I primi a perfezionare la loro partecipazione al rally bassanese sono stati i concorrenti stranieri in lizza per la Mitropa Cup (il tedesco Gassner su tutti); uno degli ultimi Eddie Sciessere, vincitore dodici mesi fa. Dopo il secondo posto conquistato al S. Martino di Castrozza, il pilota di Lusiana in coppia con Flavio Zanella, punta ad un clamoroso bis ai piedi del Grappa. Correrà con una Citroen Ds 3 Wrc approntata direttamente a Langres, nella factory della PH Sport, emanazione diretta della casa francese. Gli uomini del team d’oltralpe saranno a Bassano all’inizio della prossima settimana per permettere a Sciessere di prendere confidenza con la vettura nel corso di un test pre gara.

Ford Fiesta Wrc sia per Mauro Spagolla, con Giulia Zanchetta sul sedile di destra, sia per Michele Piccolotto, navigato da Franco Cenere. Peugeot 207 Super 2000, invece, per Mauro Trentin in coppia con Michele Colletti. Luciano Cobbe sarà al volante di una Focus Wrc. Alessandro Battaglin, che non ha ancora sciolto le riserve, dovrebbe presentarsi con la Mitsubishi Lancer Evo IX.

Ritorna sulle strade del Bassano anche Gigi Pirollo, oltre 40 anni di onorata carriera da navigatore professionista, salito al fianco dei più forti piloti che hanno corso dagli anni Settanta in poi. Farà da “chioccia” a Michele Bigon.

Più di cento gli iscritti al rally moderno; una sessantina quelli partecipanti allo storico, che scatterà subito dopo ma si concluderà prima in quanto gli equipaggi su macchine d’annata disputeranno un paio di speciali in meno.

A guidare la pattuglia delle vetture d’antan sarà Giorgio Costenaro, rinfrancato dal quinto successo ottenuto al S. Martino di Castrozza assieme a Sergio Marchi con la Lancia Stratos. In cerca di riscossa Paolo Basso, bersagliato dalla sfortuna nelle ultime uscite, con la Porsche 911 Rsr in coppia con Francesco Zannoni. Pierluigi Zanetti, piede pesante come pochi, si rimette alla guida della sua Opel Ascona di gruppo due, appena ritirata dal preparatore e con il motore finalmente a punto. Il portacolori del team Bassano correrà con Roberto Scalco. Potrebbe essere una magnifica sorpresa.

Della partita pure Paolo Nodari, su Bmw M3, cliente pericolosissimo per tutti, Elvio Volpato su Toyota Corolla Gt, Riccardo Bianco con la Sierra Cosworth e Mauro Simontacchi su R 5 Gt Turbo. In campo femminile, a caccia della “coppa” riservata alle dame, ma non solo a quella, Fiorenza Soave con Laura Cargnaz alle note, su Fiat Ritmo.

Un rally da numeri record, il Bassano, a conferma della tradizione che lo indica come il “mundialito” del Nordest. Saranno quattro le prove speciali in programma: Valstagna, Rubbio e San Giovanni da ripetersi due volte e la più lunga, Campo Croce, tre, per oltre cento chilometri cronometrati.

Fonte: Bassano Rally

Rally Città di Bassano Rally Città di Bassano Rally Città di Bassano Rally Città di Bassano Rally Città di Bassano Rally Città di Bassano

rally bassanorally italiatarmac rally