Apr 24 2015 Corse e gare

 

 

L’ex tennista sudamericano partecipa per la prima volta al Rally di Vilas Carlos Paz, valido per il campionato WRC

Inizia oggi il Rally Argentina, quarta tappa del campionato WRC valida anche per il campionato nazionale Argentino. David Nalbandian, ex-tennista numero 3 al mondo, si appresta a fare il suo debutto nella gara di casa. Dopo 13 anni passati sui campi da tennis di tutto il mondo, Nalbandian ha appeso la racchetta al chiodo e nel 2014 ha riabbracciato la sua grande passione, correndo con il Tango Rally Team nella Coppa Maxi Rally, dove ha chiuso al quarto posto a bordo di una Chevrolet Agile. Intervistato dall’Agencia San Luis, ha tirato un bilancio della sua prima stagione da pilota di rally.

Mentre giocavi a tennis vedevi il rally “da fuori”, ora invece ti trovi a gareggiare con i migliori. Come ti senti?
Vedere il Mondiale di Rally da spettatore, come facevo con i miei amici è tutta un’altra cosa rispetto a quando lo vivi dall’interno. Ci si ritrova ad affrontare lunghi test in cui bisogna rimanere concentrati per ore cercando di trovare il miglior assetto dell’auto per ottenere un buon tempo.

Come valuti i tuoi progressi come pilota?
In realtà sto ancora andando piano. È uno sport nuovo per me, sono solo al secondo anno e ci vorrà ancora diverso tempo per prendere la mano. Diciamo che sto lentamente migliorando.

Il tuo è un caso molto particolare, sono infatti poche le persone al mondo che sono riuscite a gareggiare ad alto livello in sport diversi. Come pensi di avercela fatta?
A dir la verità non credo di essere ancora in grado di gareggiare ad alto livello nel rally, che considero più un hobby. Ovviamente mi piacerebbe avere una carriera nel rally e ottenere qualche vittoria, ma tra i miei avversari ci sono altri piloti che corrono da molto più tempo di me, quindi per ora il mio unico pensiero è quello di divertirmi. Certo il mio obiettivo è quello di migliorare, ma so che servirà molta pazienza.

Che cosa significa per te, che hai giocato a tennis ai massimi livelli, correre contro i migliori piloti del mondo?
Per me è un piacere assoluto, anche perché non ho la pressione di dover vincere per forza come accadeva nel tennis, dove mi allenavo intensamente ed ero spesso costretto a duri sacrifici. Ora invece è diverso, quando salgo in macchina quasi non mi accorgo di gareggiare.

Qual è il tuo obiettivo per questa gara?
Arrivare al traguardo. Si tratta di un rally molto difficile, sia per la lunghezza che per la situazione delle strade dopo la pioggia che è caduta a Cordoba. Dovrò avere pazienza, guidare la mia auto senza pensar troppo al tempo.

Un pronostico: chi vince?
Il francese Ogier è meritatamente in testa al WRC e ha tutte le carte in regola per arrivare primo.

Fonte: Rally Argentino

 

David Nalbandian - Rally de Cutral Có

David Nalbandian al Rally de Cutral Có

David Nalbandian - Tango Rally Team

David Nalbandian

 

david nalbandian @itrally argentino @itwrc @it