Giu 01 2017 Corse e gare

 

 

Al Rally dell’Acropoli il leader Magalhães dovrà vedersela con diversi piloti di fama internazionale per mantenere la testa della classifica generale.

Il Campionato Europeo di Rally torna in azione con il SEAJETS Rally dell’Acropoli, in programma in Grecia dal 2 al 4 giugno. Il terzo round stagionale, corso per la prima volta nel 1952, è valido per il Campionato Europeo per il quarto anno consecutivo, dopo che nei 40 anni precedenti era stato parte del calendario WRC, annoverando tra i vincitori importanti nomi come Sébastien Loeb, Colin McRae, Walter Röhrl, Carlos Sainz e Ari Vatanen.

La lista partecipanti conta ben 13 piloti su vetture R5, primi tra tutti il leader della classifica generale Bruno Magalhães su Skoda Fabia R5, il campione in carica Kajetan Kajetanowicz campione del mondo di cross country rally – nonché due volte vincitore della Dakar – Nasser Al-Attiyah, entrambi su Ford Fiesta R5.

“Sono molto contento di essere qui, e spero di disputare un bel rally,” ha detto il Portoghese Magalhães. “Siamo molto concentrati, e sappiamo che sarà molto difficile, visto che molti avversari conoscono il percorso già dallo scorso anno, aspetto molto importante in una gara faticosa come il Rally delle Acropoli.” “Il Rally delle Acropoli è una prova di carattere e le precedenti edizioni hanno confermato che non bisogna mai darsi per vinti,” ha aggiunto il Polacco Kajetanowicz. C’è sempre imprevedibilità, che è una caratteristica stupenda del nostro sport. Mi sto preparando bene per essere pronto a qualsiasi cosa. ” Anche il Qatariota Nasser Al-Attyiah si è mostrato molto fiducioso: “Abbiamo partecipato l’ultima volta nel 2013 quando il rally ea parte del Campionato WRC e posso dire che mi è mancato molto! È una gara davvero dura e impegnativa, dove troveremo i migliori piloti del FIA ERC, inoltre ci prepareremo per il Rally di Cipro. Naturalmente il nostro obiettivo è la vittoria. È vero che non abbiamo corso questo rally per diversi anni, ma stiamo lavorando duro e credo che abbiamo le capacità per vincere.”

Nell’ ERC 2 il capoclassifica Luis Pimentel non sarà al via, per questo Tibor Érdi Jr (Mitsubishi Lancer EVO X), Zelindo Melegari (EVO X) e Sergey Remennik (EVO IX) proveranno ad approfittarne e avvicinarlo nella generale. Nell’ ERC 3 invece, la lotta coinvolgerà 3 piloti turchi: Bugra Banaz, Umitcan Ozdemir e Ismet Toktas, tutti su Ford Fiesta R2.

Il percorso di quest’anno del SEAJETS Acropolis Rally è praticamente lo stesso del 2016, con la “Gravia” accorciata di 890 m. I partecipanti attraverseranno le cittadine di Anfissa e Gravia sabato, mentre domenica si sposteranno verso Elatia/Karya per la prova finale. La lunghezza totale del rally è di 686,37 km, con una distanza competitive di 229,74 km.

Fonti: FIA ERC, Acropolis Rally

mitsubishi-evo-gialla-6x4 mitsubishi-evo-blu opel-adam

grecianasser al-attiyahrally acropoli