Mag 05 2015 Corse e gare

 

 

Tra i Junior Michele Tassone sale al comando della generale, mentre Ferrarotti vince la categoria Produzione

Umberto Scandola su Fabia Super 2000 è il vincitore del 22° Rally Adriatico. Il pilota veronese, navigato da Guido D’amore, ha dominato la gara marchigiana dall’inizio alla fine mostrandosi decisamente superiore agli avversari sulle strade sterrate di Cingoli. Secondo posto per i sorprendenti francesi Chardonnet-De La Haye su Ford Fiesta R5, mentre Giandomenico Basso e Lorenzo Granai su Fiesta R5 alimentata a gas sono saliti sul gradino più basso del podio. Delusione per i favoriti Andreucci-Andreussi, che si devono accontentare del quarto posto; la lotta per il tricolore si riapre anche se il campione italiano in carica rimane in testa alla classifica generale con 6 punti di vantaggio proprio su Scandola.

Mauro Trentin su Peugeot 207 Super 2000 è il primo leader del Trofeo Rally Terra. Il veneto, con Alice De Marco alle note, si piazza subito dietro ai favoriti raccogliendo un importante quinto posto assoluto. Alle sue spalle Luigi Ricci su Fiesta R5 e le Skoda Fabia di Dettori e Bolghini.

Non c’è stata storia invece nel trofeo Produzione dove Ivan Ferrarotti e Manuel Fenoli su Clio R3C hanno approfittato del ritiro di Andolfi e Rocca per portarsi al comando della classifica generale. Ferrarotti-Fenoli guidano anche la classifica del Trofeo Clio R3T – Produzione, che tornerà a fine maggio nel Targa Florio.

Grandissimo equilibrio infine nella categoria Junior, che ha visto la Peugeot 208 R2 di Michele Tassone imporsi su quelle di Giuseppe Testa e Alberto Rossi al termine di una lotta serrata. Tassone si è portato così in testa alla classifica assoluta e non ha nascosto la propria soddisfazione: “Che emozione ragazzi! Questo è il primo rally che corro su terra da ufficiale Peugeot ed ero reduce dalla prima vittoria in campionato. Ci tenevo molto a portare a casa un buon risultato anche su questi sterrati ma avevo un po’ di timore di spingere troppo perché molti piloti qui hanno fatto errori che li hanno messi fuori gioco. Invece tutto ha funzionato bene e sono sempre stato tra i primi in ogni speciale. E’ stato bello arrivare a giocarci la vittoria finale nell’ultima prova. Ed è stato bellissimo vincerla!”

Fonte: ACI Sport Italia

Podio Rally Adriatico 2015

Il podio del Rally Adriatico 2015: da sinistra De La Haye-Chardonnet, D’Amore-Scandola, Basso-Granai

Trentin & De Marco - Rally Adriatico 2015

Mauro Trentin e Alice De Marco festeggiano il primo posto nel Trofeo Rally Terra

Scandola & D'Amore - Rally Adriatico 2015

Scandola e D’Amore su Skoda Fabia S2000

Tassone & Michi - Rally Adriatico 2015

Tassone e Michi su Peugeot 208 R2

Ferrarotti & Fenoli - Rally Adriatico 2015

Ferrarotti e Fenoli su Renault Clio R3C

cir @itcir junior @itclio r3tfiesta r5gravel rally @itpeugeot @itrally adriatico @it