Mag 11 2017 Corse e gare

 

 

Nella gara marchigiana, quarto degli otto appuntamenti della serie assoluta, si sfidano sulla terra tutti i migliori piloti del rallismo tricolore.

Con il 24° Rally Adriatico, organizzato dal Prs Group, il Campionato Italiano Assoluto giunge al quarto appuntamento stagionale. Dal 12 al 14 maggio, sugli sterrati marchigiani – tra i comuni di Senigallia, Jesi e Cingoli – i protagonisti del Tricolore si sfideranno a colpi di derapate per portare punti a una classifica molto equilibrata. La gara è inoltre valida per il Campionato Italiano Rally Terra, per il Campionato Italiano 2 Ruote Motrici, per il Campionato Italiano Junior e per il Campionato Italiano R1. Tutte serie tricolori estremamente belle e spettacolari, con la terra marchigiana che esalterà sicuramente le grandi qualità tecniche dei protagonisti di ogni serie.

Naturalmente gli occhi saranno puntati soprattutto sui protagonisti del Campionato Italiano Rally Assoluto anche perché i pronostici individuano tra questi anche il nome del vincitore assoluto di questo quarto appuntamento della serie tricolore. Molti i possibili protagonisti di vertice della corsa, ad iniziare dagli attuali leader della serie Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, su Peugeot 208 T16 R5. Il toscano, pilota ufficiale di Peugeot Italia e reduce da un inizio anno ricco di soddisfazioni, avrà come maggiori avversari il romagnolo Simone Campedelli, in coppia con Pietro Elia Ometto su una Ford Fiesta R5 dell’Orange1 Racing, il veronese Umberto Scandola, con Guido D’Amore su una Skoda Fabia R5 preparata da Skoda Motorsport Italia,  il siciliano Andre Nucita, insieme a Marco Vozzo con un’altra Skoda Fabia R5 ma del team Phoenix, ed il giovanissimo finlandese, solo 16 anni, Kalle Rovanpera, navigato da Risto Pietiläinen ed alla guida di una Peugeot 208 T16. Proprio il giovanissimo pilota finlandese, figlio del campione Harry Rovanpera, già segnalatosi per le sue grandi doti di velocità in particolare sui fondi sterrati, farà da scomoda pietra di paragone per tutti gli altri pretendenti al titolo.

Per quanto riguarda il Campionato Italiano 2RM la lotta è ristretta a due piloti, l’italo svizzero Kevin Gilardoni, Renault Clio RT3, in coppia con Corrado Bonato, e il siciliano Marco Pollara, pilota del Peugeot Team Junior, in gara con una Peugeot 208 VTI divisa con Giuseppe Princiotto. Il giovane siciliano sarà anche protagonista della battaglia, che si preannuncia particolarmente accesa, per il Campionato Italiano Junior. Molti i giovani in gara, tutti al volante di Peugeot 208: Luca Bottarelli, Andrea Mazzocchi, Mattia Vita, Damiamo De Tommaso, Nicola Manfredi. A questi va aggiunto, anche se non iscritto allo Junior, Tommaso Ciuffi, con Massimiliano Bosi, uno dei giovani più promettenti del rallismo tricolore.

Interessante anche la lotta per il Campionato Italiano R1 che vedrà protagoniste, in questa gara, solamente le piccole, performanti ed affidabili Suzuki Swift Sport R1B, impegnate anche nel loro trofeo monomarca. Difficile fare pronostici con il leader del campionato Stefano Martinelli, Stefano Strabello e Lorenzo Coppe che sembrano avvantaggiati, ma con Andrea Scalzotto e Roberto Antonucci pronti ad inserirsi.

Il rally prenderà il via, con la partenza cerimoniale, dal centro di Senigallia, venerdì 12 maggio, alle ore 19.30 ed è previsto su due tappe che si correranno sabato 13 e domenica 14, con traguardo finale previsto a Cingoli in Viale Valentini alle ore 16.00 proprio di domenica. 12 i tratti cronometrati in programma, pari a 130 chilometri tutti su fondo sterrato, immersi in un percorso complessivo di 604 chilometri. Nove le prove della prima tappa, quella di sabato 13.  Quelle di “Colognola”, di 5.50 km, da ripetersi due volte, quelle di “Santo Stefano”, d 7.94 km, ed “Avenale”, km, di 9.18, da ripetersi tre volte ciascuna, e la super speciale “Città di Cingoli”, di 1.93 km, che si correrà all’interno del crossodromo della cittadina marchigiana alle ora 17.38. Due i tratti cronometrati da ripetersi tre volta nella tappa conclusiva di domenica, le speciali di “Laghi”, di 11.93 km, e di “Panicali” di 10.13 chilometri.

Fonte: ACI Sport Italia

Renault black and white Yellow RenaultWhite Suzuki Peugeot with sanremoCorse 15

andreuccicampionato italiano rallyEVO Corsegravel rallyrally adriatico